IMG-20200512-WA0003

BANCA APERTA IL SABATO – La Banca oltre la Banca –

Condividi su facebook

Dal lontano 1994 la BCC di Aquara ha sempre avuto almeno uno sportello aperto al pubblico, oltre all’orario standard, anche il Sabato mattina, dalle 09:30 alle 12:30.

Tale servizio si è svolto ininterrottamente, alternando le Filiali di Capaccio e Roccadaspide, fino allo scorso 07 Marzo quando la pandemia ci ha costretto a ridurre al minimo gli accessi al pubblico, e pertanto a sospendere tale servizio aggiuntivo.

Oggi, dopo oltre due mesi, dato il graduale ritorno alla normalità ed anche al segno di speranza, informiamo la nostra clientela che riprenderanno – da sabato 16 Maggio p.v. – le nostre consuete aperture del Sabato.

La Banca Aperta il Sabato torna però con delle novità e dei potenziamenti: sarà aperta non più la filiale di Via dell Repubblica, ma la Nuova Filiale di Capaccio-Paestum, situata sulla S.S. 18, essendo essa di più facile accesso e dotata di un maggiore parcheggio. Inoltre, l’apertura di una nostra filiale a Capaccio non sarà più quindicinale, bensì settimanale.

A Capaccio ogni Sabato si potrà usufruire di tale servizio

Quindicinale, resterà, invece, l’apertura della Filiale di Roccadaspide, a partire dal 06 Giugno, data entro la quale saranno ultimati i lavori di restyling della Filiale stessa.

   

Altre News

La Filiale di Battipaglia compie 7 anni

Si riporta di seguito quanto espresso ai suoi colleghi, dall’attuale preposto della Filiale di Battipaglia, Toni Fernicola: “Cari tutti,il 13 settembre 2020 la filiale di

Piccoli prestiti crescono…

La BCC di Aquara si conferma leader nella concessione di piccoli prestiti. Sono infatti sempre più numerose le richieste di mutui e altri tipi di

Iniziative collaterali…

Venerdì scorso è stata sottoscritta una importante convenzione presso la nostra Sede Amministrativa di Capaccio-Paestum con la LILT – sezione di Salerno. La convenzione prevede

31.08.2020: eppur si cresce…

La BCC di Aquara tiene i conti in territorio positivo nonostante il lockdown e l’emergenza Covid.Ormai nulla è facile da farsi oggi in Italia, tanto